lunedì 9 marzo 2009

LET THE SUN SHINE



Primi accenni di primavera.
Mi sono svegliato sabato mattina con il respiro di Scrtich vicino all'orecchio. Il sole filtrava delicatamente dalle fessure delle tapparelle e il silenzio della casa si contrapponeva al canto degli uccellini sull'albero di fronte alla finestra della nostra camera da letto. La notte si era portata via il malessere delle settimana e il musetto di Scritch di prima mattina mi aveva strappato un sorriso appena accennato.
"Probabilmente avrà fatto un brutto sogno e si è intrufolato silenziosamente sotto le nostre coperte...", penso, mentre passo la mano sulla testa della mia piccola ed adorabile peste. Il bacio sulla sua fronte provoca la distensione lenta degli arti in modo che i muscoli assopiti riprendano vita, come il movimento dei petali di un fiore che sboccia ai primi raggi del sole. Prima ancora di svegliarsi completamente, stende il suo braccio e lo appoggia sul mio collo, bisbigliando “ciao papà…”, poi apre i suoi grandi occhi e mi sorride. Si gira verso Chihuahua, che nel frattempo era uscita dal dormiveglia, e abbraccia anche lei, stringendo entrambi al suo petto. Ci baciamo per qualche secondo, poi… bene, assolte le smancerie mattiniere, se ne esce con un energico “papà, andiamo a giocare?!”…. ma come fai?! Come fai ad essere così vispo quando 3 minuti prima dialogavi ancora con Morfeo?! Scrtich salta fuori dalle coperte, si dirige verso la finestra e tira su le tapparelle e urla “C’è finalmente il sole!!! Usciamo!!” Guardo Chihuahua con un occhio aperto ed uno ancora assorto nel sonno più profondo e scuotiamo la testa in sincronia…”ce tocca!!”.
Colazione, lavaggio, vestizione e un’ora dopo siamo … a fare i compiti. Ebbene sì, come insegna Chihuahua: “prima il dovere, poi il piacere!”…quanto odiavo questa frase quando me la diceva mia madre, ma d’altra parte…
Quindi ci buttiamo di corsa sui compiti (fuori ci aspetta il sole!!!), riprendo Scritch per l’ennesima nota dovuta alla sua eccessiva distrazione che ha portato a non terminare in classe i lavori indicati dalle insegnati, finiamo gli ultimi esercizi e dopo un rapido pranzo corriamo giù in giardino.
Dopo aver controllato, invano, se le rane e i tritoni sono usciti dal letargo, decidiamo di dedicarci all’arrampicata: abbiamo un fico di una ventina d’anni, molto propenso per forma ed altezza ad esercitazioni di scalata. Scritch è sempre arrivato al primo ramo, ma oggi si sente pronto per passare al 2° livello. Sempre sotto il mio più stretto controllo (in teoria disinteressato, in pratica senza mai perderlo d’occhio), lo vedo come cerca di coordinare mani e piedi, di trovare punti di appoggio e come ogni tanto necessita di un “piccolo aiutino”… ma ce la fa, arriva in cima (3 metri) dove trova un ramo sul quale si siede ed un altro al quale tenersi saldamente. E’ contento, ha raggiunto la cima del mondo da solo e non vuole più scendere. ”No, mi piace stare qui! Chiami la mamma, che le faccio vedere dove sono…”. Ahia, non so se la mamma ne sarà felice... e poi mi sta venendo il torcicollo a forza di guardare in alto...fortunatamente appare subito Chihuahua che conclude il suo interessamento alla situazione con un sorriso verso Scritch ed uno sguardo di semi rimprovero a me...tutto sommato accettabile.
Una volta convinto a scendere (mezz’ora dopo!!), il resto del pomeriggio lo dedichiamo alle prime attività di giardinaggio pre-primaverili, e Scritch è sempre lì ad aiutarci.
Arriviamo cotti alla sera, e ci buttiamo in vasca da bagno, allagando come di consueto il pavimento, con immenso disappunto di Chihuahua ;-P (anima pia!!!)
Dopo cena ci sfidiamo alle carte dei Gormiti, e per colpa della mia pietà nei suoi confronti (stavo per vincere, ma ho desistito mostrando il fianco!), Scritch riesce a stracciarmi in poco tempo. Le ultime coccole della giornata, il bacio delle buona notte ed il sonno prende il sopravvento.

La domenica mattina inizia male, con Scritch che ha rimesso. Probabilmente non ha digerito bene, ma fortunatamente si riprende subito. Sono le 7.30....
Oggi ci aspetta una giornata al Parco. Prepariamo lo zaino con il pranzo al sacco, prendiamo le bici e ci dirigiamo verso la nostra meta. L’obiettivo di oggi: vedere gli animali che popolano il parco: lepri, scoiattoli, ricci e picchi.
Giunti all’ingresso del Biassono, cominciamo a zigzagare da un boschetto all’altro, cercando di evitare i punti in cui c’è traffico di gente. Poi, all’improvviso, eccoli: due piccoli scoiattoli color ruggine, pelo lunghissimo sulla coda e sulle punte delle orecchie. Sono lì davanti a noi, a circa 4-5 metri. Saltellano curvi tra gli alberi e scavano sotto le foglie in cerca di cibo. Scritch, esaltato, urla la sua gioia, facendo scappare le bestiole sui rami più alti degli alberi circostanti. Scritch non sta più nella pelle, vorrebbe portarne uno a casa da tenere in giardino… :-D
Non so chi sia più eccitato, se lui o noi: in tutta la mia vita non ho mai visto uno scoiattolo libero in Italia ed anche per me è la prima volta. Peccato non aver portato il binocolo o la macchina fotografica, ma chi credeva che avremmo davvero visto questi esserini.
Dopo tre quarti d'ora riusciamo a convincere Scritch a staccarsi dall’albero sul quale si era rifugiato uno dei scoiattoli e proseguiamo e nel corso del nostro giro incontriamo una dozzina di lepri grosse, di scoiatoli rossi, di scoiattoli neri, etc. Direi che è stata una ricerca proficua, molto oltre le nostre misere aspettative. Una giornata di sole passata nel verde, tra i boschi ad osservare gli animali è per noi la miglior terapia per uscire dalla tristezza dell'inverno.
Il pomeriggio volge al termine ed abbiamo sondato solo una piccola parte del Parco, ma ci aspetta un incontro a casa di alcuni nostri amici, quindi dobbiamo rimandare la perlustrazione alle prossime settimane.
Scritch è contento e continua a raccontare a tutti ciò che ha visto.
Alla fin fine, pur avendo passato un weekend normalissimo, mi sono rigenerato e divertito un mondo, forse perché, anche se solo per poco tempo, sono tornato bambino anche io.
O sarà il profumo della primavera?!

9 commenti:

wwm ha detto...

che finesettimana stupendo!!!
il sole finalmente, le passeggiate, il buonumore...

gli scoiattoli mi ricordano tanto New York. Sono ovunque a pochi centimetri in Central Park. All'inizio sei esaltato poi sono talmente tanti che diventa normale vederli...

Beh buona settimana Daddy, vedrai che passerà velocemente e il prossimo we sarà ancora più fantastico!

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@wwm: grazie, è stato davvero un we rigenerante. Adesso che c'è il sole, i we saranno sempre più esaltanti e si potranno fare sempre più cose. Se tu e SuperT volete essere dei nostri, la porta è aperta!

emily ha detto...

ehi ma che pazienza da santo....io divento una iena quando mi svegliano presto la domenica mattina!!! questa domenica sveglia alle 6.10, xkè il marito partiva e il piccolo aveva un'uscita scout...ma poi sono tornata a letto!
hai ragione sugli scoiattoli: io li ho visti correre sugli alberi in campeggio al mare a bibione: era pieno! correvano sui rami da un albero all'altro come se fossero autostrade, mi sono incantata a vederli, e che emozione!
programmi x la prossima domenica? io porto i ragazzi alle terme, xkè probabilmente il marito nn torna nemmeno x domenica....azz sono single a tempo determinato ehehehe

2Gemelle ha detto...

WOW, che bel fine settimana che avete passato, beati voi. Noi siamo rimasti rinchiusi in casa xchè tutte e 3 le pupette erano (e ancora sono) ammalate.
Speriamo fortemente nel prossimo week-end, che vi sia bel tempo come quello appena passato

Murasaki ha detto...

Che bello Daddy, anche noi adoriamo andare in bicicletta nei parchi: dalle nostre parti c'è lo splendido parco delle Groane.
Peccato che quest'anno, col pancione lievitante sarà ben difficile...

E comunque è incredibile l'energia che hanno i piccoli appena svegli. Il nostro risveglio tipico il sabato e la domenica è segnato da una vocina festante che dice: Mamma vieni facciamo i pancake!!

Raperonzolo ha detto...

Tra le tue righe traspare un amore smisurato. Complimenti per tanta dedizione.
Noi ti faremmo un po' invidia sugli animali, però :-) Nel nostro giardino passa di tutto: scoiattoli in autunno, volpi in inverno e tassi in primavera ed estate (hanno fatto la tana a 10 metri dalla nostra casa!!!)

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@emily: anche io divento iena, ma come faccio quando Scritch sta male?! è emozionante vedere gli animali nel loro ambiente, vero! Mi comporto come un bimbo quando li vedo!! Il proximo we, dici? Vedremo dal tempo. ti aggiorno man mano PS: goditi questi giorni da single ;-D

@2Gemelle: non posso che farti gli auguri. Adesso che arriva la primavera è uno spasso stare all'aperto.

@Murasaki: se vuoi girare per il parco con il pancione, vieni da noi, ti affitti un risciò, così stai comoda e ti puoi godere il verde. Non è certo garnde come il il Parco delle Groane, ma rilassa ugualmente ;-). L'energia dei piccoli di prima mattina è esattamente proporzionale alla mia letargia. Ogni tanto questi due situazioni vanno in conflitto, ma alla fine vincono sempre loro...

@Rape: hai fatto centro, non sai l'invidia che hai sprigionato in noi!!!! Credo che passeremmo tutto il giorno incollati alla finestra ad osservare.
Un amore illimitato: la dedizione è doverosa quando rappresenta un piacere ;-)

Silvia ha detto...

Una "ordinaria" giornata familiare.
Cosa c'è di meglio per rimettersi al mondo?

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@silvia: esattamente!!!!!!E'm questa ordinarietà che ti permette di rigenerarti per bene: è genuina, piacevole e divertente