sabato 5 settembre 2009

IN VACANZA CON DADDY - PARTE III° ED ULTIMA

Capitolo 3: Car rental & Fincas

CAR RENTAL
Siamo tutti insieme: Chiuhuahua ha finito di lavorare neanche 24 ore prima e finalmente si riposa. Scritch non vede l’ora di cacciare granchi e paguri e ha già chiesto un retino. Io ho proprio voglia di scoprire quella parte dell’isola che non sono riuscito ad esplorare 5 anni prima, considerata l’età di Scritch di allora.
Sbarchiamo a Palma, ci accolgono solo 37 gradi ed un vento caldo e afoso…praticamente è come essere ancora a Milano. Il volo è andato liscio, i bagagli arrivano subito. Andiamo all’ufficio del noleggio auto presso il quale abbiamo prenotato un’autovettura qualche mese prima. É quasi ora di pranzo e si decide già dove e cosa mangiare non appena avremmo ricevuto l’auto. In fondo ci sono solo 8 clienti prima di noi, ci vorrà poco….
...dopo tre quarti d’ora passati a leggere riviste in spagnolo risalenti al periodo delle Pesetas, aver giocato con Scritch a "Strega comanda color", inviato i 4.000 messaggi ad amici e parenti ed avendo visto gestire solo 2 clienti, provo a chiedere timidamente il motivo di tale lentezza. Mi sorridono candidamente come se la risposta fosse ovvia: “mancano le auto!”“Come mancano le auto?!?!”.. una sola parola che ultimamente si sente sempre più spesso “Overbooking señor!”….
...no, non sono pronto pure per questo…non oggi, non dopo la mattinata appena trascorsa.
“Mi scusi, ma almeno, anche se con lentezza, le macchine arrivano oppure proprio non ci sono?”. Spallucce di incertezza e sorriso di circostanza è la risposta di rito. Decido di avere pazienza e di non farmi prendere subito dalla rabbia…in fondo sono in vacanza per rilassarmi.
Passa un’altra ora ed ho più volte assistito ai primi accenni di ribellione da parti di altri turisti che la pazienza l’hanno persa, eccome. La risposta dei dipendenti è sempre la stessa: Spallucce di incertezza e sorriso di circostanza.
Finalmente è il mio turno, sono passate due ore da quando sono in coda. Mi siedo col sorriso sulle lebbra nascondendo il nervoso che aveva inziato a salire. Cerco di avere un comportamento di complicità con l’impiegata, assicurandole di comprendere la sua posizione in una una giornata così dura, ma che l’importante è avere pazienza. Mi viene a sostenere moralmente Manuel che la saluta con un sorrisone….presa!!! Grazie alla presenza di Scritch riusciamo ad evitare il tentativo di assegnazione di un auto di categoria inferiore a quella prenotata convincendo l'impiegata a darci un’auto di categoria superiore, allo stesso prezzo, in mancanza della mia.
Evvai, finalmente qualcosa che gira per il verso giusto.
Il pranzo è ovviamente saltato, passando direttamente alla merenda.


FINCA
Giungiamo a casa: quest’anno per economizzare, mia zia ci ha offerto la sua casa a Maiorca, lasciandoci di fatto solo le spese dell’aereo e dell’auto (e ovviamente del parcheggio al Terminal 1, argh!!).
La casa è fantastica: è nascosta su una collina immersa in un’ampissima pineta all’interno di un villaggio di golf. Per cui, gli unici rumori che si sentono oltre agli animali sono una soffocato “PAK” in lontananza dei giocatori di golf.
E’ grandissima, ha due terrazze enormi e addirittura una piscina profonda in cui Manuel imparerà ad immergersi come un apneista, seguendo e superando le orme del papà.
L’unica nota negativa è che ci si può muovere solo in macchina, perché siamo proprio fuori dal mondo: nessun negozio, 15 km dal mare, nessun ristorante. Vabbè, chi-se-ne-frega, penso. Intanto mangeremo quasi sempre fuori casa, in modo da far riposare soprattutto Chihuahua...in fondo, sono anche le sue ferie!!
Ahhhhh...finalmente la vera vacanza ha inizio...

Nota: È il 12 agosto, dicono sia la notte in cui si vedono maggiori stelle cadenti rispetto a San Lorenzo. E allora quale scelta migliore se non mettersi sulla terrazza, buio pesto, sdraiati sul lettino a guardare il cielo limpido e contare tutti e tre le stelle che in rapida successione sfrecciano da una parte all’altra dello spazio. Sarà una vacanza davvero all’insegna della semplicità…

Gli altri giorni sono stati giorni tipici e non costellati da disavventure particolari: giornate passate alla ricerca della caletta azzurra perfetta, poco frequentata, con una lingua di sabbia incastonata tra pareti di roccia rossa, nelle cui acque azzurre cercare stelle marine, razze, murene, ecc. Giorni di mare intervallati da escursioni in parchi o riserve naturali, visite all'acquario, al safari (di nuovo!!) e ai carattersitici paesini arroccati ai piedi della Serra Tramontana (Valdemossa e Deia in primis)...1.500 km di esplorazioni insaziabili.

12 commenti:

Gloglo ha detto...

Che bella vacanza SuperD! Un posto incantevole. E a quanto pare sei riuscito a portare a casa la macchina fotografica intera!

2Gemelle ha detto...

inconvenienti che rendono "indimenticabili" le vacanze, eh! :D

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@Gloglo: sì, quest'anno ce l'ho fatta a riportare a casa òa macchian fotografica sana e salva...ma l'ho anche usata poco in acqua... ;-)

@2Gemelle: infatti, non è nulla di che, ma ha chiuso un ciclo di "sfighe" partite all'alba...da lì in poi è stata una vacanza "indimenticabile" anche per altro

supertri ha detto...

Il posto è veramente bello. la vacanza lo è stata altrettanto, quindi...cosa vuoi di più dalla vita?
(non "un lucano" però!!;-))

emily ha detto...

bellissima vacanza sono proprio felice x voi!
la spagna l'ho girata tutta ma le isole mi mancano...hai visto camper in giro?

Mammamsterdam ha detto...

Insomma, se non vi procuravate un po' di emozioni alla partenza rischiava di diventare noiosa come vacanza.

Silvia - Mamma Imperfetta ha detto...

Mica volevi che filasse tutto liscio eh????
;-)

bstevens ha detto...

wow ma sei bravissimo! bello questo racconto! b.

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

Perdonate la mia latitanza, è un periodo "così", ma tornerò presto.

@supertri: Simona, niente lucano, ma non sai quanta sangria!! Il posto è davvero bello, soprattuto gli angoli nascosti

@emily: grazie emily, onestamente non ricordo un abbondanza di camper, ma penso dipenda anche dal fatto che abbiamo sempre scelto le strade "secondarie" o peggio, spesso sterrate e con tornanti da capogiro ;-) Cmq vale la pena girarla, l'isola....

@mammasterdam: infatti, sono anche queste cose che rendono le vacanze indimenticabili :-D

@Silvia: tutto liscio, no, ma magari ripartito in modo omogeneo....scherzo, meglio godersi le vacanze con le rogne alle spalle

@bstevens: benvenuta B. ti ringrazio. Credo che siamo riusciti a dare un tocco particolare anche ad una vacanza in teoria "ordinaria"... tanti ricordi, belli e ....un po' meno belli, ma cmq memorabili ;-)

M di MS ha detto...

Ehi, Daddy, che fine hai fatto? Non scrivi più?

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@M di MS: hai perfettamente ragione!!! Non ho abbandonato, ma dammi ancora qualche giorno e vedrai che riprendo...non come prima, ma riprendo ;-)...
A presto

Murasaki ha detto...

Bellissima vacanza Daddy, passo a farti un saluto per dire che anch'io non ci sono stata per ovvi motiiv, ma pian piano mi sto riattivando ;-)

BAby W permettendo ovviamente...