venerdì 4 settembre 2009

IN VACANZA CON DADDY - PARTE II°

Capitolo 2: multipiano


Giunto in tempo record a Malpensa e scaricato Chihuahua e Scritch con annesse valigie per permettere loro di imbarcarsi, mi metto di corsa alla ricerca del parcheggio.

Le indicazioni chiarissime dei cartelli mi segnalano “parcheggio sosta lunga/breve” ed io, ingenuamente, le seguo fiducioso della professionalità delle società che operano attorno e dentro Malpensa: d'altronde si sa, Malpensa è uno dei principali Hub italiani, se non addirittura europei, che accoglie ogni giorni migliaia di turisti nazionali e stranieri. Pertanto mi illudo che sia organizzata in modo tale da facilitare il più possibile le persone che hanno la “fortuna” di andare a trovare l’aeroporto.


Bene, come dicevo, seguo le indicazioni, che al momento raggruppano entrambi i parcheggi - sosta breve e sosta lunga – che mi conducono su una strada a corsia singola a senso unico di marcia che curva per un breve tratto…poi, quando ti aspetti di vedere dei cartelli che ti aiutino a scegliere l’opzione “breve” o “lunga”, ecco che improvvisamente ti ritrovi di fronte a 6 caselli!!

Con la coda dell’occhio intravedo una piccola stradina che si allontana sulla sinistra e a stendo leggo solo le prime 2 righe della miriade di cartelli: “parcheggio breve sosta”, “scoperto visitatori”, “…”…non faccio in tempo a leggere gli altri distratto dallo schieramento casellante. D’altra parte, se di là (a sinistra) è il settore dedicato alla “breve”, questa sarà la “lunga”.


Mi fermo inebetito in mezzo alle sei corsie in cerca di un essere umano a cui chiedere un'informazione, ma a quell’ora di quel giorno di agosto solo il deserto potrebbe essere più desolato. Mi avvicino alla flotta di cartelli che adornano le sbarre dei caselli e leggo:


“ogni frazione d’ora: 5 euro”, “fino a 24 ore: 28 euro”, “oltre le 24 ore: euro”…??


Oltre le 24 ore??? Il nulla!! Mi giro nuovamente attorno, ma non c’è anima viva. Come diavolo faccio a capire quanto mi costeranno 15 giorni….??? Purtroppo non ho il tempo materiale per filosofeggiare sulla carenza di informazioni più precise e non ho la mente abbastanza lucida per ipotizzare alcuni calcoli matematici, così, in mancanza di altro proseguo, ritiro il biglietto e parcheggio al coperto. In precedenza avevo visto su internet che i parcheggi scoperti di solito costano circa il doppio di quelli scoperti… quindi calcolo che lo scherzo dell’aeroporto sbagliato mi costerà circa 120-150 euro…ma d’altro canto, considerata la situazione, credo che pagare un piccolo sovrapprezzo pur di non perdere il volo sia purtroppo un MUST.


30 minuti dopo parte l’aereo….



…15 giorni dopo…



….sono le dieci di sera, per un disguido siamo stati in ballo quasi 8 ore e siamo molto stanchi. Non si vede l’ora di tornare a casa e buttarsi a letto.

Cerco il biglietto del parcheggio, lo inserisco nella cassa automatica….bip…bip…*20,00 euro….

aspetta che devo avere gli occhiali sporchi, non riesco a leggere bene….strofino la lente, alzo la testa…

...no, no!!!! Ci leggo benissimo!!!! …..


…. 420,00 EURO!!!!!...


Chihuahua evita a stento lo svenimento e per reazione contraria le si alza la pressione ed inizia a sbraitare con un certo aplomb inglese:

“EHHHHH!!!!....MA COSA SONO???...LADRI?!?!”“MI RIFIUTO DI PAGARE. USCIAMO SENZA PAGARE!! CHE POI VENGANO A CERCARMI!!"…”FAI COSI', TI INCOLLI ALLA MACCHINA CHE ESCE DAVANTI A TE COSI' NON PAGHIAMO!" sono le sue esclamazioni razionali.


“Certo cara, perché non sfondare direttamente la sbarra!!”, replico io, “così poi, oltre a dover comunque saldare la sosta, ci toccherà pure pagare la cauzione per uscire dal carcere!”


Di uffici informazioni aperti alle dieci di sera all’aeroporto più grande del nord Italia, neanche a parlarne, così, pagati a malincuore la somma, per pura curiosità ripetiamo il percorso fatto 15 giorni prima e scopriamo che il piccolo svincolo sulla sinistra, quello con la sfilza di cartelli, al terzo posto, mezzo nascosta da un rigoglioso cespuglio, il cartello indicava timidamente “lunga sosta”….


Quindi ricordate:

se andate a Malpensa-Terminal 1, dovete sperare di non avere MAI fretta, procedere sempre a 15 km/h in modo da poter leggere il romanzo dei cartelli con tutta calma e sperare di non essere stranieri ignoranti della lingua italiana. La punizione potrebbe essere molto costosa….


Questa esperienza mi ha portato a subire la medesima sorte di molte grandi società: dopo aver agito per tanti anni in tutta autonomia supportato dalla fiducia degli azionisti (l’organizzazione delle vacanze è sempre stato un mio compito), d’ora in poi, ahimè, subirò per un periodo indefinito il commissariamento da parte di Chihuahua… :-)))

12 commenti:

emily ha detto...

pazzesco!!!! sono senza parole! chissà xkè il cartello era illegibile...un'idea ce l'avrei....

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@emily: io avrei anche qualcosina in più di un'idea...io la chiamo TRUFFA, perchè è palese la volontà di ingannare o perlomeno di non dare le CHIARE informazioni per spingere verso una scelta ben definita e più CARA!!! Su internet ho letto altri commenti come i miei. Chiamare Striscia?! ;-)

2Gemelle ha detto...

io mi rivolgerei all'unione dei consumatori, questa come dici tu è una truffa bella e buona

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@2Gemelle: ci ho pensato pure io, ma girando su internet ho visto altri con il mio stesso disagio e diappunto e pure in quelle occasioni hanno detto che non ci sono gli estremi per rimborsi, in quanto, anche se in modo oculato e velato, ci sono tutte le informazioni ed in assenza di alcune precisazioni, restano valide quelle esposte.
Le informazioni che li tutelano quali sono..mo' te le dico(mica son' fessi, questi dell'aeroporto!!):
(a) sul cartello del casello, nell'angolo basso c'era scritto in minuscolo che per informazioni si può schiacciare il pulsante apposito o (senti questa!!) si può telefonare ad un numero telefonico dedicato (!!!)
(b) anche se il cartello era predisposto per accettare l'indicazione del costo "oltre le 24 ore", la mancanza di informazioni riporta all'ultima informazione esposta, quindi il costo delle PRIME 24 ore (!!!)
(c) anche se la cura con cui hanno fatto il mini-svincolo, corredato di segnaletica multipla, e l'indicazione al 3° posto per l'eventuale alternativa al multipiano indica chiaramente la volontà di confondere le idee evidenziando il tentativo di ingannare, il fatto che ci sia la segnalazione toglie loro la responsabilità (!!!)

Ergo...il motivo per cui ho incassato il colpo...ma, come dicevo a emily, non escludo una segnalazione a Striscia...tu che dici?

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

Dimenticavo: per la modica cifra la società di gestione del multipiano ha voluto precisare chiaramente all'ingresso che il PARCHEGGIO NON E' CUSTODITO, togliendosi ogni responsabilità per danni o furti....e allora cosa pago a fare!!!!! :-$

supertri ha detto...

Non mi ricordo quando ma poco tempo fa avevo letto che un cittadino che aveva lasciato l'auto in un parcheggio "non custodito", ma dove comunque era presente del personale, avevano "prelevato" dall'interno della macchina effetti personali vari ed eventuali. Lui ha denunciato la società di gestione del parcheggio che alla fine (dopo i soliti corsi e ricorsi della procedura civile..) ha dovuto rimuovere il cartello di "non responsabilità" perché il giudice ha ritenuto che essendo a pagamento e con presenza di addetti (anche se non specificamente sorveglianti) non potesse qualificarsi come "parcheggio non custodito". Comunque sia, anche all'aeroporto di Bologna, che è molto più piccolo..., si guardano bene dal mettere in evidenza certi cartelli. Solo che le dimensioni nel nostro caso aiutano...gli ignari parcheggiatori. Ovviamente anche qui...tutto in italiano...

supertri ha detto...

PS: scusa l'assenza di virgole ma sono di corsa............

emily ha detto...

anche io ho pensato a una cosa del genre...mi sa che se vuoi giustizia devi chiamare stiscia davvero!
ho eltto il tuo commento sul volontariato di mia figlia e ti rispondo qui altrimenti ti costringo a cercare la risposta da me: io nn ho fatto un bel nieente, ha fatto tutto da sola mia figlia, le ho solo dato il permesso e i soldi del vitto e alloggio.
sono iniziative che vengono da lei, su mio suggerimento, decidere di dare del tempo a qualcuno credo che sia l'unica vera forma di beneficenza.
la settimana prossima va a vendemmiare x comprare una cosa al patronato....vediamo se torna a casa distrutta eheheheh

Rossana ha detto...

Anche a noi è toccata una cosa simile, ma per molto meno. Siamo stai all'incirca un'ora ad aspettare l'arrivo dell'aereo per ritirare una persona, e abbiamo pagato venti euro di parcheggio. Io sono diventata viola. Il tizio di fianco a noi, che era stato ben di più, ha pagato 40 euro. Eravamo talmente imbestialiti che non riuscivamo a trovare parole "sane" tra le parolacce...
Terribile.
Ma quindi hai pagato? Comunque è una vergogna, bisognerebbe davvero fare una denuncia, non ha senso.

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@supertri: questo tipo di "raggiri" infantili finalizzati al guadagno scorretto è un aspetto dell'Italia che non mi piace...peccato...basterebbe poco

@emily: figlia grande è davvero grande...complimenti

@Rossana: non immagini cosa ha detto Chihuahua in certi momenti...davvero, molta rabbia...comunque sì, ho pagato...non avevo altra scelta!!!

perennementesloggata ha detto...

senza parole... ma una telefonatina ed una mail a striscia e alle iene io la farei.
spero tu abbia copiosamente fotografato i cartelli...

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@perennementesloggata: don't worry, ho già inviato il tutto corredato da foto, ma ho qyualche dubbio che considerino una faccenda simile...ci sono fatti ben più gravi su cui basare le puntate ;-)