lunedì 25 maggio 2009

LA PROMESSA

Venerdì scorso, saranno state poco dopo le 6 del pomeriggio, mi trovo nelle campagne dalle parti di Morimondo, un grazioso paesino all’interno del verdissimo Parco del Ticino. Il sole tramonta più rapidamente della calura.
A un certo punto osservo un uomo sui trentacinque - con scarpe da ginnastica, jeans, polo e zaino sulle spalle - costeggiare gli innumerevoli canali che irrigano i campi di mais e grano. Il suo sguardo è perso nell’acqua, come se fosse alla ricerca di qualcosa. Passa quasi mezz’ora a cambiare canaletti e a scarpinare con evidente difficoltà tra l’erba alta, fino a quando, ad un certo punto, lo vedo accovacciarsi mentre si guarda furtivo intorno, e prendere in mano la piccola asticella che usciva dallo zaino, che si rileva poi essere il manico di una rete. Non sembra tanto una rete da pesca, quanto più probabilmente una vecchia rete per catturare le farfalle.
Ma cosa diavolo vorrà fare?
Si accovaccia prima sulle ginocchia, poi cammina lentamente sulle mani, pur continuando a fissare la superficie d’acqua. Ad un certo punto lo vedo che si sdraia alla velocità di un bradipo, prima sulla pancia e poi pian piano sul fianco sinistro. L’erbaccia urticante attorno a lui quasi lo sovrasta e con il movimento si vedono gli insetti saltare da un filo d’erba all’altro. Lui resta lì immobile per oltre 10 minuti, senza muovere un muscolo, con il braccio destro appena teso sopra l'argine del canaletto ed in mano il retino...
...poi, improvvisamente, come colto da un raptus, fionda la rete in acqua e si alza di scatto appoggiandola rapidamente sul manto erboso. Saltella come un canguro punto da un’ape, nel goffo tentativo di catturare con le mani qualcosa che pare si sia nascosta nell’erba, fino a quando, trionfante, alza le mani giunte, nascondendo delicatamente al loro interno la preda della caccia: una piccola rana.
Un sorriso vittorioso gli si stampa sul viso mentre colloca il suo bottino in un vasetto debitamente preparato. Riprova altre volte con la stessa tecnica precedentemente testata, ma l’esito questa volta sembra essere meno positivo: nessuna cattura, gli animaletti si sono fatti furbi...
La giornata volge al termine e anche il rumore dei trattori ha smesso di accompagnare il brusio della natura. E’ ormai ora di cena.
L'uomo si alza defintivamente, con le braccia rosse dall'irritazione delle piante, rimette lo zaino in spalla e si dirige al parcheggio. Lì c'è una moto ad aspettarlo.

Onestamente, non trovate ridicolo che un uomo di quell’età si comporti come un bambino di 15 anni? A vagare furtivo per i campi, cacciare con mezzi decisamente inappropriati, conciandosi come se fosse uscito da un film di guerra? Il tutto per una rana???!!


Ebbene, quell’idiota ero IO….!!!
Mi sono voluto immaginare in che modo una persona esterna avrebbe potuto valutare il mio atteggiamento... decisamente poco adatto ad un adulto, direi...
...d'altra parte, una promessa è una promessa, e va SEMPRE mantenuta: nel fine settimana in cui Scritch era ammalato, Chihuahua ed io eravamo andati in avanscoperta promettendogli che avremmo catturato qualche rana per la sua teca e la sua ricerca sugli animali: lui è appassionato, li osserva e li coccola con passione.
Invece, constatando la difficoltà di reperimento di esemplari adulti, io e Chihuahua avevamo ripiegato su qualche girino. Scritch l’aveva presa male. Non era felicissimo, si aspettava qualcosa di diverso, di più interessante. Così, colto da un inconcepibile, malsano ed ingiustificato senso di colpa, complice probabilmente la condizione di salute precaria di Scritch, gli ho promesso che in settimana, se fossi riuscito ad uscire un po’ prima dall’ufficio, sarei andato a prendergli un esemplare…. Venerdì sera, abbandonato l'ufficio con 2 ore di anticipo, ero lì, come un cretino, a mantenere la mia promessa.

9 commenti:

Pocahontas ha detto...

Ma cosa non si fa per questi nanetti! Un bel 10 e lode per superdaddy!

Gloglo ha detto...

Una promessa è una promessa... sei fantastico SuperD, ma dove ti ha trovato WWM?

2Gemelle ha detto...

ma sei un mito, anzi... un'amore di papà!!! :D

wwm ha detto...

A parte che mi sono fatto una risata pazzesca...
Ti ci vedo. Pagherei per un filmatino!!!
Ma poi quanto SEI DOLCE!
SEi proprio un superpapi...

Cara Gloglo, pernsa che 'sto pazzo lo conosco dai tempi del liceo!!!E vi assicuro che è tutto vero.

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@Pocahontas: davvero, guarda un po' come ci riducono 'sti ragnetti...;-). Grazie

@Gloglo: come gadget nelle patatine ;-), poi, denotando gli evidenti difetti, ci hanno ritirati dal commercio...

@2Gemelle: onestamente in quel momento, urticato, sporco e sudato, non mi stavo proprio dando dell' "amore di papà"...

@wwm: un filmatino?! Ed essere ricattabile a vita?! MAI!!!!
E' stato diovertente, perchè alla fine, quando mi sono alzato per andarmene, mi sono guardato e ho scosso la testa ridendo: ma cosa sto combinando?!, mi sono detto...

****

Non capisco: sinceramente pensavo che sarei stato preso in giro a vita per questa scenetta ed invece vengo ricompensato con dei complimenti...vuol dire che fare il PIRLA paga??!! Allora cambio subito lavoro!

M di MS ha detto...

Ma che presa in giro?! Sei proprio un bravo papà!

desian ha detto...

Vedi caro SuperD, gli eroismi pagano. Io oggi me la sono cavata precurando (in una comodissima cartoleria sottocasa) un cartone bristol 70x100 per l'uomo piccolo. E stasera, nessuna celebrazione per il babbo-cliente del cartolaio...
;-))

passodoppio ha detto...

un padre fantastico!!

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@MdMS: mercì...chissà, magari riuscirò a maturare insieme a Scritch ;-)

@Desian: :-DD

@passodoppio: esagerata!!!!!! ;-)