sabato 16 maggio 2009

LA CORSA INUTILE CONTRO IL VIRUS



Guardo Scritch mentre dorme. E’ sdraiato a faccia in su sul divano, una coperta lo copre fin sotto il mento, il ginocchio sinistro è piegato e la mano destra è appoggiata dietro alla nuca. Nel braccio sinistro stringe il suo peluche del coccodrillo, il suo preferito. Com’è cresciuto il mio campione. Questa notte l’ha passata nel nostro lettone, tra Chihuahua e me….come ogni volta quando ha la febbre alta.
Ieri pomeriggio i primi sintomi, dopo cena la conferma: febbre a 38,8° in rapida salita. Nonostante ciò la grinta è alle stelle, al contrario dell’appetito. Lo si capisce che non sta bene anche dal fatto che diventa capriccioso e lagnoso, caratteristica che di solito non gli appartiene. Una volta, quando era più piccolo e la temperatura saliva, diventava “coccoloso” e preferiva stare in braccio mugugnando qualche parolina senza senso. Oggi, considerate le misure, non è sempre facile accontentarlo, allora diventa permaloso ed esigente.
Era da molto che non si ammalava più con queste temperature, da quasi un anno siamo riusciti ad evitare l’uso di antibiotici, segno che (a) la fortuna ogni tanto guarda anche da questa parte e (b) che gli anticorpi iniziano finalmente a lavorare come si deve.
Lo corichiamo al solito orario, le nove, con la febbre che sfiora i 39° gradi. Decidiamo di tenerlo sotto controllo. Di solito Scritch sfebbra in una notte (in caso di febbri improvvise dovute a raffreddamenti o altre patologie non virali): verso mezzanotte inizia a sudare, espellendo liquidi e a ridurre la temperatura corporea. Ciò avviene spontaneamente, oppure con la mia collaborazione. In che senso? Nel senso che, quando la temperatura diventa molto alta, lo portiamo nel nostro lettone per controllare costantemente lo stato della febbre, ed in quei casi si appiccica a me ed insieme iniziamo a sudare per il caldo reciproco che ci trasmettiamo. Lui sfebbra, io muoio dal caldo. Solitamente funziona, ma ieri sera no.
Prima di dargli la tachipirina, che gli abbasserebbe sì la febbre, ma non permetterebbe al suo corpo di combattere lo sgradito invasore, cerchiamo di contenere la temperatura con i classici metodi della nonna: pezza fresca e bagnata sulla fronte e calze imbevute di acqua e aceto (ogni tanto solo di acqua) ai piedi. Ciò però significa passare una notte insonne tra verifiche e cambi frequenti, ma la faccio volentieri se basta per evitargli l’uso dei farmaci (che alleggeriscono noi genitori dal compito di vigilare di notte sulla loro salute, ma che al tempo stesso non permettono al fisco dei bimbi di rafforzarsi contro le malattie minori). Ieri notte non c’è stata però scelta: alle 3 si sono superati i 39,5° e così ho passato tutta la notte con Scrtich che vicino a me mi tirava calci, si girava in continuazione, mi smoccolava sul collo parlando nel sonno frasi incomprensibili…sintomi di un delirio? No, certezza che iniziava a stare meglio!!
Nella tarda mattinata visita dalla pediatra e sentenza: Faringotonsillite…bene, ce l’avevamo quasi fatta, mancava solo un mese per arrivare al mitico traguardo di un anno senza antibiotici!!!

…e adesso che è pomeriggio eccolo lì che dorme come un angelo, cercando di recuperare le forze necessarie per la prossima sfida!! L'anno prossimo andrà meglio, vedrai Scritch...

5 commenti:

wwm ha detto...

un abbraccio al piccoletto!!!
Guarisci prestooooooo!

wondermamma ha detto...

sono pienamente solidale... equo e solidale dire...

2Gemelle ha detto...

povera stellina... un'augurio di pronta guarigione

Pocahontas ha detto...

Visto che sei restio all'uso dei farmaci (e mi trovi perfettamente d'accordo) hai mai provato con l'omeopatia? Io ho iniziato quando Grumpy era piccola spesso e volentieri la belladonna leva la febbre senza bisogno di ricorrere alla tachipirina, ed il loro corpo ha modo di combattere "l'invasore" in modo piu' naturale. Io ci provo sempre se poi vedo che la febbre non si abbassa passo ai metodi tradizionali!

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@wwm: grazie! ci credi che dopo sole 24 ore era già di nuovo al 100%?!Mah...

@wondermom: eh, hai proprio ragione. Mal comune, mezzo gaudio??! ;-)

@Luca: grazie mille. Scritch pare avere una scorza abbastanza resistente. Si è ripreso subito!

@Pocahontas: cerco di evitarne l'uso eccessivo. Non sono contro i farmaci per definizione, anche perchè alcune volte l'insofferenza verso questi prodotti in passato ha peggiorato poi il quadro clinico in alcune situazioni. ma in casi "ordinari" come questi, piuttosto che riempirli di prodotti chimici inutilmente, mi faccio una notte in bianco in più. La belladonna, dici? Mi informerò...e grazie ;-)