domenica 22 febbraio 2009

CARNEVALE: ANCHE QUEST'ANNO CE L'ABBIAMO FATTA!!

E anche quest’anno è andata: siamo riusciti a finire in tempo il costume per la festa in piazza del Duomo.
Come accennavo nell’ultimo post, nella mia famiglia c’è sempre stata la tradizione di farsi i costumi in casa, possibilmente con ciò che si riesce a trovare negli armadi, nelle cantine o nelle soffitte. Questo fondamentalmente per due motivi:
Primo per incentivare noi bambini (e le successive generazioni, vedi Scritch) a pensare a soggetti più “domestici” rispetto ai più diffusi personaggi televisivi.
Secondo, per coinvolgere tutta la famiglia nell’atmosfera carnevalesca, ormai molto affievolita in noi adulti, attraverso la realizzazione del costume.
Da piccolo infatti mi ricordo di essere stato una lattina di Sprite (molto scomodo), un soldato di tappi, un vecchietto centenario, ecc. Mia madre è riuscita nei decenni a trasmettermi questa tradizione genuina e, diciamola tutta, divertente ed ingegnosa.
Mentre ricordo che mia madre dedicava intere settimane per realizzare i nostri costumi, avendo mezza giornata libera, noi di tempo ne abbiamo molto meno, ma non per questo abbiamo desistito.
Così, dal 2006, ogni anno mi tocca “sacrificare” (bugia!!) qualche weekend o serata/nottata per realizzare i desideri carnevaleschi di Scritch. Fino ad oggi le richieste sono sempre state accolte ed i costumi realizzati in tempo.
Nel 2006 era lo “Squalo”, nel 2007 era il “Semaforo” (tema obbligatorio dell’asilo “segnaletica stradale”…?!?!?!?), nel 2008 era il “Pirata”…
Quest’anno era la volta di Peter Pan, che di prima battuta parrebbe una scelta semplice, ma se si considera di iniziare a cercare i materiali solo il venerdì pomeriggio, la difficoltà aumenta esponenzialmente. Alla fine, alla modica cifra di 3,60 euro per l’acquisto dei Pantacollant e del cartoncino verde (il resto era già presente indoor), ho ricreato il personaggio richiesto (che però potrebbe tra l’altro tranquillamente passare anche per Robin Hood!).
Scrtich era gasatissimo e non finiva di ringraziarmi, giocando con il coltello in cartone (rivestito di stagnola e adesivo isolante nero) che ero riuscito a realizzare in extremis.
In piazza del Duomo si è divertito da matti ed abbiamo passato un paio d’ore tra pinguini, cavalieri, conigli…
Anche quest’anno è andata…!!



4 commenti:

2Gemelle ha detto...

bellissimo!!!
E che bella la vostra tradizione di fare i vestiti in casa, anche a me mia mamma ne ha fatti da piccolo ma non per tradizione.
Un saluto a tutti!

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@2gemelle: grazie Luca! Credo che certe tradizioni siano belle da mantenere... Soprattuto se mi diverto anche io ...
un saluto alle tue pupette!!

Murasaki ha detto...

bellissimi questi costumi!
Anche per noi è sempre stata una tradizione preparare i costumi di carnevale a casa.
Per BUH abbiamo iniziato quest'anno, un bel cappello da cagnolino con maschera che hanno realizzato insieme lui e il papà... l'anno prossimo si passerà a un costume più strutturato :-)

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@Murasaki: Grazie. Infatti la cosa più bella per noi papà è poter realizzare i loro personaggi insieme ai nostri cuccioli. Meglio sfruttare questi momenti finchè durano... ;-)