martedì 7 luglio 2009

ESTATE = PISCINA

Ahimè, puntualmente con l'arrivo del caldo spunta l'ormai consueta domanda di Scritch:
"Papà, quand'è che monti la piscina?"
L'incubo di ogni estate: LA PISCINA
Non è nulla di che: è una di quelle semplici, tonde, autoportanti, che si alzano man mano che sale il livello dell’acqua, ca. 3,7m di diametro per 90cm di altezza. L’importante che la si monti in un punto piano, in “bolla”, senza pendenze…. praticamente tutto il contrario del giardino di casa mia, dove ogni pavimento pende senza pietà verso i vari pozzetti di scarico.

Così, un’attività divertente e teoricamente di rapido realizzo (sulla carta), diventa un’odissea interminabile, soprattutto, come nel mi caso, se viene svolta in solitario….ma d'altra parte come si fa a dire di NO ad un soggetto che ti sveglia sabato mattina all’alba, con un visino tutto sorridente, saltellante ed esaltato manco l’avesse punto uno stormo di vespe, che non riesce a contenere la gioia per la certezza dell’accoglimento del suo desiderio nel brevissimo futuro …???
E così eccomi buttare al vento un weekend tra travetti e assi, tra mattoni e teloni, tra corse contro il tempo per evitare la scrosciate di pioggia estive e ustioni di terzo grado per l’esposizione della pelle al sole di mezzogiorno …

Bene, anche quest'anno è andata!! … La piscina è in bolla e la struttura in legno e mattoni pare regga il peso…è l’ora di mettere finlamente l’acqua.

La fatica viene presto premiata.
Nel pomeriggio di domenica vengono a trovarci due amici di Scritch, che aveva già autonomamente invitato, rassicurandosi si da subito che portassero il costume. Dopo aver spiegato loro le regole della piscina, la cui rigidissima osservanza è obbligatoria, eccoli tuffarsi come pesci e con finta incuranza della temperatura nell’acqua ancora ghiacciata.

“Ma non è ancora troppo fredda, l’acqua?”, chiedono i genitori all’unisono…
”Nooooo!!!!!” urlano loro a squarciagola.
Anche se l’acqua è effettivamente freddissima visto che il sole non ha ancora fatto in tempo a riscaldarla nemmeno un po’, gli eroi sembrano non curarsene saltellando come matti ed immergendosi ripetutamente.

Poi ogni tanto escono dalla piscinetta e corrono a giocare sotto i nebulizzatori, una struttura casereccia improvvisata assemblata con travetti di legno riciclati, avanzati di tubi d’irrigazione ed ugelli nebulizzatori residui dall’impianto della serra di qualche anno fa. Ai bambini piace da morire perchè ci vedono sempre l'arcobaleno.

Quando vedo queste scenette, in questi momenti gli acciacchi e le ferite causate dall’opera titanica di costruzione sembrano perdere di intensità ed una voglia di voler tornare bambino prende il sopravvento, concludendosi con un “VENGO ANCH’IO!!!!!” non più contenibile ed un liberatorio tuffo tra le gelide acque.

11 commenti:

Murasaki ha detto...

Prima!!
Che bello deve essere... noi ancora (anche se a casa dei nonni, ché noi non abbiamo il giardino) siamo alla semplice piscinetta gonfiabile per bambini, ma quanto si divertono con questo caldo?
:-)

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@Murasaki: simultaneità o telepatia? Ti stavo giusto scrivendo sul tuo blog :-))
I bimbi si divertono sempre con l'acqua, è pazzesco, soprattutto se fuori c'è un sole che spacca le pietre e ci fa schiattare!! Anche noi siamo partiti dai gonfiabili fino ai 3 anni, poi l'evoluzione...ma chi me l'ha fatto fare!!! ;-))

2Gemelle ha detto...

sei un grande!
Noi il giardino non ce l'abbiamo ma quando si va dai nonni, si recupera alla grande!

emily ha detto...

quando i ragazzi erano piccoli la montavo anche io e si divertivano da pazzi:li sentivo ridere da dentro la casa ed erano una bellezza da vedere.
ormai sono autonomi e vanno alla piscina comunale poco distante, sicuramente meglio della pozza in giardino, ma mi hai fatto venire malinconia ricordandola.
lo so che è un lavoraccio, tenerla pulita anche, ma vedrai che un giorno la ricorderai con piacere!!!

desian ha detto...

la nostra piscinetta davvero micro è ormai ridotta in brandelli. Dato che era a casa dei nonni in campagna non escludo l'ipotesi che, un pezzetto alla volta, sia stata fatta scomparire... ma quanto ci siamo divertiti!!!

supertri ha detto...

Mentre leggevo mi sembrava di vedere me stessa addetta allo stesso compito;-)
Tu però sei più bravo...io ho il terreno simile al vostro ma non sono così precisa...non mi riesce sempre "in bolla". Se abitassimo più vicini ti chiamerei;-))
In ogni caso il divertimento che segue ti ripaga sempre.
I gonfiabili qui sono off-limits causa Gordon:-))

wwm ha detto...

Ma sprattutto..quanto si stancano i bambini in acqua?! SuperT arriva a cena con fame da lupi e va a letto cotto!

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@2Gemelle: grande invenzione la piscina: un diveritmento per grandi e piccini ;-) Ed evviva i nonni!!

@emily: hai ragione, gli urli di divetimento si sentono a 2 isolati di distanza, ma è un piacere ascoltare il suono della gioia. Comunque a breve, quando faremo i lavori di "restauro", prevederò una parte piatta sulla quale collocare poi la piascina evidando, anno dopo anno, l'immane costruzione di sostegno...che lavoraccio (anche se mi lamento, ogni anno sono sempre contento di rifarlo ;-P)

@desian: peccato per il triste epilogo, ma non sono le misure che contano, ai bimbi piace anche solo una doccia all'aperto. Per dirti, si divertono tantissimo anche solo con il nebulizzatore (per tutto giugno), che tra l'altro è preferito anche dai più grandi

@supertri: sai, dopo 5 estati passati in cantiere per pagarmi le vacanze estive, l'esperienza accumulata in qulle occasioni non mi avrebbe permesso di fallire (l'autostima sarebbe scesa sotto le suole!!). E cmq non avevo scelta. Il primo anno me ne sono fregato (pendeva tutto su un lato!ti parlo di differenze di livello attorno ai 20 cm) e mi sono presto reso conto che avrei messo in pericolo la struttura, ergo l'incolumità dei bimbi. Concordo sul "ripagamento"...è unico.Peccato che l'estate duri poco

@wwm: oltre a stancarsi...ma quanto tempo passano in acqua!!! Li vedi lì con le labbra blu, le mani palmate, gli occhi rossi cotti dal sole, eppure vogliono starci dentro "ancora 5 minuti"....poi la sera, tra movimento e sole, si abbuffano e crollano distrutti. Però sono contenti

mammafelice ha detto...

Fantastico! Mi sembra di vederli, tutti felici mentre sguazzano tra i flutti :))

Ecco, un giardino è proprio quello che ci manca. Noi al massimo possiamo mettere la bacinella sul balcone ahhaaaa

Gloglo ha detto...

Wow SuperD che cosa meravigliosa. E' in questi momenti che mi dispiace abitare in città, anche se come hai visto ho rimediato con 4 ruote!

Io sono una fifona, con l'acqua gelata mai avrei fatto un tuffo!Figurati che da un paio di anni mi metto il costume intero per non prendere freddo alla panza quando sono in piscina con l'erede!
Sarà l'età?

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

@mammafelice: ahahahahah!!! ;-) Il giardino è davvero una bella cosa, io sono crescuito tra il cemento, le macchine parcheggiate e i drogati, quindi apprezzo come nessun altro questa fortuna.

@gloglo: anche io avevo qualche freno, ma vedendoli giocare in quel modo...non ho potuto fare a meno. io al posto del costume intero ho rimediato con latrippa...stesso effetto ;-)